Il nostro primo progetto arduino: facciamo lampeggiare un led

Pubblicato da Andrea Pastore il 13/02/2016

Cominciamo con il più semplice dei circuiti che si possono creare con Arduino, alla portata veramente di tutti

...

Entriamo nel vivo dell'azione realizzando il nostro primo progetto Arduino! Cominceremo con un classico per chi inizia, ovvero faremo lampeggiare un led. Cominceremo inoltre a conoscere meglio la scheda Arduino e le sue parti.

Cosa serve

  • la scheda arduino
  • una breadboard
  • 1 resistenza
  • 1 led di qualsiasi colore
  • due cavi per portare corrente

 Cominciamo a conoscere meglio gli strumenti che useremo:

Breadboard

È la tavoletta bianca che vedete a destra di Arduino nella foto di copertina. È lo strumento utilizzato per creare prototipi di
circuiti elettrici molto comodo in quanto non richiede saldature.

Resistenza
È un componente che trattiene una certa quantità di  corrente, diversa a seconda del tipo di resistenza. Serve a regolare la corrente che scorre nel circuito elettrico (e proteggere i componenti che si possono rompere se ricevono troppa corrente).

Led
Sicuramente il più popolare tra questi componenti, dato che grazie alla sua economicità sta conoscendo una grande diffusione. È in grado di emettere luce monocromatica al passaggio di corrente.

Iniziamo!

Prima di cominciare guardiamo più attentamente il nostro Arduino: noteremo tante uscite numerate, che possiamo usare per controllare gli oggetti. Nella foto a destra possiamo vedere tutte le uscite di arduino, divise in due file: una che va dall'1 al 13 (uscite digitali, usabili ), seguita dall'uscita GND, e un'altra fila in basso con altre 6 uscite analogiche e altre uscite che vedremo più avanti.

Le uscite che ci servono per questo esercizio sono una qualsiasi delle uscite che vanno dal 2 al 13 e l'uscita GND (la massa, necessaria per far funzionare ogni tipo di circuito). 

Prendiamo il led e posizioniamolo sulla breadboard. Facciamo attenzione ai gambi del led: il gambo più lungo è il polo positivo, a cui dovremmo collegare la corrente, il più corto è quello negativo, a cui dobbiamo collegare la massa. Per collegarla useremo dei cavi che porteranno la corrente sulla breadboard come mostrato nell'immagine grande: il cavo nero sarà usato per collegare la massa al polo negativo, il cavo verde ( o di qualsiasi altro colrore) al polo positivo.

 Scriviamo il programma

Ora che il nostro circuito è montato, dobbiamo scrivere il programma. Possiamo dividere un programma di Arduino in due parti principali: una prima parte che è quella di setup, in cui comunichiamo alla scheda quali uscite vogliamo utilizzare e in che modo, una seconda chiamata loop in cui si esegue il programma vero e proprio. Il codice presente in questa fase viene ripetuto all'infinito, quando si arriva all'ultima istruzione il programma ricomincia dall'inizio.

Per questo primo programma dobbiamo conoscere tre funzioni:

pinMode: Funzione per configurare i pin di Arduino come input o output

digitalWrite: comando di scrittura su un pin digitale 

delay: Funzione che blocca l’Arduino per il numero di millisecondi indicato

Ed ecco il codice del nostro primo esercizio. Per caricarlo colleghiamo Arduino al computer cliccare su salva e poi sul pulsante Upload

int ledPin = 13; // LED connesso al pin 13
void setup() {
    pinMode(ledPin, OUTPUT); // configura il pin come output
}
void loop() {
    digitalWrite(ledPin, HIGH); // accende il LED
    delay(1000); // attende un secondo (ossia 1000 millisecondi)
    digitalWrite(ledPin, LOW); // spegne il LED
    delay(1000); // attende un secondo prima di ripartire
}

Condividi

Lascia un commento