Rilasciata la release candidate di Angular 2, ecco le novità

Pubblicato da Andrea Pastore nella categoria Framework il 06/05/2016ultimo aggiornamento il 06/05/2016

Nuove classi, supporto per i decorator data,template context e tante altre novità per l'evoluzione di uno dei framework più popolari

...

È stata rilasciata la seconda versione di Angular 2, l'ultima evoluzione di uno dei  framework javascript più usati per lo sviluppo di applicazioni web. La prima cosa da segnalare è che è stato fatto un lavoro di repackaging grazie al quale tutti i pacchetti del progetto verranno distribuiti sotto l'@angular npm scope, cosa che ovviamente comporterà delle modifiche in fase di installazione via npm e nell'importazione del sorgente.

Nuove classi e altre novità

Con questa versione ci sono diverse novità a livello di core, tra cui il supporto per i decorator data e l'introduzione del template context. A questo proposito bisogna notare cheviene abbandonato il modello basato sull'uso di EmbeddedViewRef per disporre di metodi finalizzati all'impostazione delle variabili in favore di una modalità che prevede il passaggio ad un oggetto in grado di rappresentare tutte le variabili.

Da sengalare diversi cambiamenti per quel che riguarda il routing: è stato introdotto il supporto per le wildcards, l'implementazione delle relative navigation e l'introduzione di nuove classi e direttive dedicate (RouterLink, RouterOutlet, CanDeactivate..), ma la documentazione di queste classi al momento è incompleta.

Per quanto riguarda invece l'opera di revisione del codice, oltre ai già citati cambiamenti per EmbeddedViewRef sono state rimosse  ViewRef.changeDetectorRef, EmbeddedViewRef.setLocal e getLocal, al cui posto si dovrà invece utilizzare EmbeddedViewRef.context per l'accesso al contesto. Rimosso anche DebugNode.locals, in favore di DebugElement.references, per accedere alle referenze di un elemento, o DebugElement.context per il contesto di EmbeddedViewRef o la componente a cui appartiene l'elemento.

Non ci resta che attendere il rilascio della versione finale (probabilmente preceduta da altre rc) per poter sviluppare con il nuovo framework, ma nel frattempo possiamo già fare pratica con le tante novità introdotte.

Condividi

Lascia un commento